Forse la tua strategia non funziona!?

Ludoteche, asili, scuole: si tratta di ambienti promiscui dove è facile contrarre virus e batteri.

Alcuni bambini si ammalano praticamente di continuo.
Da un semplice raffreddore, si passa alla tosse e poi arriva anche la febbre.

E’ corretto rivolgersi al pediatra di famiglia.
Ed è normale conseguenza poi ritrovarsi a far fare al bambino l’aerosol, con cortisonici, somministrare antinfiammatori, antibiotici, antipiretici.

Il bambino intanto trascorre una settimana a casa. Se sei una mamma fortunata, il bambino te lo mantengono i nonni, altrimenti ti tocca non andare a lavoro oppure pagare profumatamente la babysitter.

Tempo 15 giorni e mi racconti che il bambino si è ammalato di nuovo? Non sei l’unica che mi riferisce questo.

Ma magari questa volta provi a sentire il parere di un altro pediatra, a pagamento. E così, altri soldi, altri farmaci, altri giorni a casa per curarsi.

Ogni genitore desidera la salute per il proprio figlio.
Ma qual è la tua strategia per riuscirci?
Somministrare a tuo figlio farmaci 6-7 volte l’anno?

—>E quanto ti costa tutto questo?<—

Per episodi di raffreddamento pensi sia giusto sottoporre il tuo bambino a continui cicli di antibiotici?
Per avere un bambino in salute, forse è arrivato il momento di portare cambiamenti al proprio stile di vita!

 

I pediatri spesso raccomandano “qualcosa” di naturale, come fare un po’ di mare in estate. “…..fare un po’ di mare…..”

Voglio innanzitutto invitarti a riflettere su una cosa.

E’ provato che le persone che VIVONO al mare si ammalano con la stessa frequenza e la stessa probabilità di chi vive altrove, quindi, “fare un po’ di mare”, casomai significa:

  • passeggiare a lungo in riva al mare
  • al mattino
  • molto presto
  • meglio se dopo una burrasca (quando i microelementi si sollevano e sono particolarmente benefici per le vie respiratorie e la ionizzazione negativa dell’aria è particolarmente benefica)

Hai un bambino piccolo, ti ci vedi a passeggiare alle 7:30 ogni giorno in riva al mare per un mese?
Un mese…sì, perché ogni coadiuvante naturale agisce con i suoi tempi, e non in qualche ora –>come pretendiamo dai farmaci.

A parte il sacrificio della levataccia al mattino, dicevamo: occorre farlo per un mese.
Allora analizziamo anche i costi, oltre il sacrificio.
QUANTO COSTA l’affitto di una casa al mare? €2.000, €3.000, €4.000 al mese?
Hai una alternativa? Bene! Fare avanti e dietro (Cassino – Gaeta) in auto? OK.

  1. Ricordati che devi trovarti in riva al mare alle 7:30. VEDI TU!
  2. Costo carburante per un mese
  3. Usura automobile (olio, aria condizionata, ecc.)
  4. Ombrellone, sdraio…per un mese
  5. Qualcosa da mangiare (pasti, o almeno un gelato, un caffè)

Calcolatrice alla mano.
Cerca di mettere su carta questi costi.

Io sono sincera.Un mese al mare non posso permettermelo.
Una settimana,…se va bene 10 giorni.
Di più mi diventa anche stancante.
E comunque il tutto costa tantissimo, non lo farei mai.

Mi dici, “rimango almeno una settimana”…ok! Ma è chiaro che con una settimana non risolvi nulla!
Non possiamo pretendere di avere una assicurazione di benessere per l’autunno-inverno, a queste condizioni.

  • Il clima del mare è benefico —-> MATTINO PRESTO
  • Il clima del mare è benefico —-> MEGLIO DOPO UNA BURRASCA
  • Il clima del mare è benefico—-> MA ALMENO UN MESE DI FILA
    > OGNI GIORNO
    > AL MATTINO PRESTO
    > DOPO UNA BURRASCA

Qualsiasi altra tua personale opzione non ti darà grandi risultati. Punto.
(E infatti ogni autunno-inverno sei lì a gestire i piccoli malesseri del tuo bambino, come sempre, lamentandoti…)
Andare al mare ricarica di energia, vi farà benissimo il sole, la vitamina D della luce solare (di cui comunque tutti abbiamo in teoria carenza eccetto chi vive all’Equatore), vi abbronzerete, vi rilasserete, potrete giocare insieme…
MA
SE stiamo parlando insieme di una strategia per far stare meglio tuo figlio, dovrai essere precisa.

Ripetiamo: un mese, ogni mattino presto, dopo la burrasca, affitto di casa per un mese (o paga il carburante A/R per un mese), paga il lido (ombrellone, sdraio) per un mese, e calcola in più i pasti.
QUANTO TI E’ COSTATO?
SARESTI DISPOSTA DAVVERO A FARLO?
HAI DISPONIBILITA’, SOLDI, TEMPO, VOGLIA E COSTANZA PER AFFRONTARE TUTTO QUESTO?
e LO FARESTI OGNI ANNO? PER DUE, TRE, QUATTRO ANNI DI FILA?

Sono sincera, io una sequenza del genere non l’ho mai neanche messa in considerazione!

Mare sì: ma per i miei figli, senza stress. Giochi sulla sabbia, passeggiate. Sole nelle ore consentite, gelato, relax, pisolini.

bambini mare


Il mio primo figlio è un bambino come tanti e che -come tanti- fin da neonato si ammalava spesso. Troppo spesso. Troppi farmaci, troppe file dal pediatra.

Nulla di serio, ma continui episodi di raffreddamento, tosse grassa, muco, catarro…e sempre quell’apparecchio dell’aerosol pronto in casa, almeno sette mesi l’anno.
Addirittura ha dovuto anche fargli fare punture di penicellina (all’ennesimo episodio della stagione) su indicazione della pediatra e radiografie (!!), per volontà della pediatra, per vedere quanto muco avesse.
Ad un certo punto, con lui ancora piccolo e nato intanto il mio secondo figlio, ho cercato rimedi alternativi che potessero essere validi.
E grazie alle sedute in Grotta fatte con regolarità tutti gli anni delle elementari sono trascorsi senza NEANCHE UNA assenza per “febbre” e posso documentarlo con il registro scolastico!

(QUESTA descritta è la mia esperienza personale, di madre)
Se capita ai miei figli un raffreddore lo superano senza complicazioni, e in tempi brevissimi.
QUINDI
Come puoi riportare anche tu benessere all’organismo tuo e di tuo figlio, in MODO NATURALE?

Ciò che ti propongo è una efficace e valida alternativa.
Che tante mamme ormai considerano parte delle loro abitudini, con soddisfazione.
E oltre ad essere una efficace e valida alternativa, è anche naturale e non presenta controindicazioni, e comunque mai alcun effetto collaterale.
Se ben fatto, potrebbe permetterti di:

  • ridurre drasticamente i costi dei farmaci per patologie semplici e comuni
  • evitare un sacrificato ed improbabile mese di mare affrontato nel modo in cui abbiamo descritto sopra.

UNA ALTERNATIVA C’E’: SEMPLICE QUANTO RESPIRARE

Chiamala così: “Sedute in Grotta”.
Ecco la tua alternativa.

Se non vuoi pagare il prezzo dei sistemi che hai adottato finora, accumulando risultati deludenti, ecco cosa puoi fare:

  • visita il sito http://www.salgemma.eu e scopri il beneficio della frequenza in Grotta
  • contatta Salgemma La Grotta di Sale allo 0776-326009 oppure manda una email a info@salgemma.eu
  • vieni di persona da Salgemma, in via degli eroi, a Cassino (FR)

Esponici il tuo problema, la causa del malessere ripetuto del tuo bambino.
Ti spiegheremo come poter avere la possibilità di ottenere un risultato valido, senza effetti collaterali.

Puoi commentare questo articolo e porre le domande che ora ti vengono in mente.
Avrai la nostra risposta.
Siamo qui per ascoltarti.

SALGEMMA LA GROTTA DI SALE

Le sedute in Grotta rappresentano una metodologia di trattamento naturale: Salgemma non può, e non intende in alcun modo, sostituire l’importante funzione diagnostica e terapeutica della medicina, della psicologia e della psichiatria.

 

breathing
Recupera la profondità del tuo respiro!
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...